Associazione in partecipazione


 L’associazione in partecipazione è un contratto in base al quale un soggetto, denominato associante, attribuisce ad un altro, associato, una partecipazione agli utili dell’impresa o di uno o più affari, a fronte del corrispettivo di un determinato apporto, che può consistere in:

  • svolgimento di prestazione di lavoro;
  • somma di denaro o qualsiasi altro bene suscettibile di valutazione economica.

Nell’associazione in partecipazione l’associato è soggetto soltanto alle direttive dell’imprenditore, ma non al suo potere gerarchico e disciplinare; l’associante è tenuto a presentare all’associato un rendiconto periodico dell’azienda.

In vero, può risultare difficile distinguere tra un contratto di lavoro subordinato con retribuzione collegata agli utili dell'impresa e l' associazione in partecipazione, con apporto di prestazione lavorativa da parte dell'associato.

Il contratto di associazione in partecipazione si differenzia dal contratto di lavoro subordinato in quanto l’associato ha il diritto di partecipare agli utili e salvo patto contrario, partecipa, nella stessa misura, anche alle perdite dell’impresa (sopporta il “rischio d’impresa”); tuttavia, le perdite che colpiscono l'associato non possono superare il valore del suo apporto.

Il lavoratore associato potrà, inoltre, esercitare, nella misura stabilita dal contratto, un potere di controllo sull’andamento della stessa.

Il D.Lgs. n.276/2003 ha disposto inoltre che l'associazione in partecipazione resa senza una effettiva partecipazione ed una adeguata erogazione dei compensi, comporta il diritto per il prestatore d'opera (l’associato) al trattamento economico, normativo e contributivo previsto dalla legge e dai C.c.n.l per i lavoratori subordinati che svolgono la medesima attività lavorativa nello stesso settore, tranne nel caso in cui il datore di lavoro (o committente) non comprovi, con idonee attestazioni o documentazioni, che l' associazione in partecipazione rientra in un contratto di lavoro subordinato speciale o con particolare disciplina, o in un contratto nominato di lavoro autonomo, o in altro contratto espressamente previsto nell'ordinamento.

 

Associazione in partecipazione a cura del Centro studi


 



01/11/2011